CON IL PATROCINIO DELLA

COME PIOGGIA DIETRO AD UN VETRO

Vorrei esser il tuo sole all’orizzonte,
ed esser capace ad incendiarti il cuore,
ma sono pioggia dietro ad un vetro,
mi osservi,distratta,
ma non ti bagno,
mentre scivolo via,
goccia dopo goccia,
convogliato in mille rivoli,
che indugiano solo per un attimo
davanti al tuo volto,
quasi a volerne carpire il sogno,
prima di precipitare,
ormai indifesi verso il vuoto.

1^ Poesia classificata - Stefano Massetani

Ghezzano di San Giuliano Terme (Pi)

2010 - XV Edizione